Telecom Italia e Centro Ricerche Fiat: procedura negoziale (01.03.13)

Approvazione delle procedure negoziali con la delibera n. 365 del 1 marzo 2013 della Provincia autonoma Trento con riferimento a Telecom Italia e Centro Ricerche Fiat.

Con riferimento agli impegni occupazionali presi, sulla base della legge provinciale n. 6 del 1999 sugli incentivi alle imprese, vi è, all’interno del verbale di consultazione con le parti sociali del 13 febbraio 2013, con riguardo, a Telecom Italia, l’impegno a mantenere presso l’unità locale un livello occupazionale di 46 dipendenti nel periodo 2015-2020, che corrispondono ai cinque anni successivi all’anno di conclusione del progetto di ricerca per il quale chiede l’incentivo, “fatta salva, previo accordo con i sindacati, la possibilità dell’applicazione di riduzioni di orario per effetto di un futuro eventuale accordo di solidarietà” e senza che vi sia violazione degli obblighi occupazionali una riduzione non superiore al 10% degli occupati nell’unità locale.

Con riguardo all’impegno occupazionale presso il Centro Ricerche Fiat, congiunto con quello Telecom e del medesimo giorno, la società si impegna “a mantenere presso l’unità locale di Trento un livello occupazionale pari a 24 ULA, nel periodo 2015-2020 (cinque anni successivi all’anno di conclusione del progetto di ricerca); ed è “fatto salvo il margine di oscillazione in riduzione non superiore al 20%, valore arrotondato al numero intero di 19″.

Siti esterni richiamati: Consiglio della Provincia autonoma di TrentoCentro Ricerche Fiat e Telecom Italia.

 

 

Parole chiave: , ,