Premio Lavoro in sicurezza (29.11.12)

Il “Premio Lavoro in Sicurezza”, come si può leggere dal sito del CEii-Centro Europeo di impresa e di innovazione del Trentino, “è nato con l’obiettivo di premiare le iniziative svolte dalle aziende che fossero migliorative rispetto agli standard previsti dalla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Nel corso degli anni i confini di operatività del concorso sono stati allargati ricomprendendo nella valutazione dei progetti anche aspetti legati alla tutela ambientale ed alla conciliazione dei tempi di lavoro e famiglia”.

Per l’anno 2011/2012, a seguito di una valutazione di una giuria composta da diversi soggetti istituzionali quali associazioni imprenditoriali, sindacati, Azienda Sanitaria provinciale e Inail, sono state individuate e premiate o segnalate buone pratiche da parte delle seguenti aziende del territorio trentino:

Dalbon Costruzioni di Tione di Trento
 nel campo delle costruzioni edili, infrastrutture e ristrutturazioni, per le seguenti ragioni:

L’impresa fortemente radicata sul territorio, opera in coerenza con le procedure del proprio Sistema di Gestione della Sicurezza certificato OHSAS 18001 in riferimento a lavorazioni particolarmente pericolose come quelle del settore edile. (Particolarmente) Significativo il basso indice di infortuni e l’attenta analisi dei “mancati infortuni. Particolarmente interessante l’accurato aggiornamento tecnologico dei macchinari e delle attrezzature”.

Mec di Scurelle nel campo della progettazione e realizzazione macchine e impianti per la lavorazione a spacco della pietra, per i seguenti motivi:

L’azienda, già segnalata nell’edizione del Premio Lavoro in Sicurezza 2004, è particolarmente impegnata nello sviluppo e nell’innovazione delle tecnologie applicate alle attrezzature prodotte. Ciò con particolare riguardo alle condizioni di sicurezza del personale come testimoniato anche dalla certificazione OHSAS 18001.Da segnalare il contributo all’organizzazione della sicurezza della componente femminile con ricadute positive anche nel clima aziendale”.

Essepi di Cavedine nel campo dei serramenti in legno, per le seguenti ragioni:

L’impresa è da sempre attenta allo sviluppo di tecnologie a basso impatto ambientale e impegnata nel miglioramento continuo delle condizioni di sicurezza dei propri lavoratori. Da segnalare l’investimento nelle strutture e nelle attrezzature che permettono l’automazione dei processi lavorativi, con ricadute positive sull’ambiente di lavoro”.

Eurocoperture di Pergine Valsugana nel campo della lattoneria e impermeabilizzazione, per i seguenti motivi:

In un periodo di congiuntura economica negativa l’azienda ha effettuato rilevanti investimenti nella nuova sede sociale con miglioramenti delle condizioni di sicurezza dei propri dipendenti. Mette inoltre a disposizione della comunità locale gli spazi aziendali altrimenti dedicati alla formazione e comunicazione interne”.

L’Infisso di Dro nel campo dei serramenti in legno, per questi motivi:

L’azienda viene segnalata per l’impegno nel rinnovamento della propria linea di produzione motivato da ragioni tecniche, ambientali e di sicurezza”.

Mambelli di Rovereto, nel campo delle caldaie a gas, per i seguenti motivi:

L’impresa ha dimostrato particolare attenzione ad intraprendere percorsi di miglioramento del proprio sistema di gestione della Sicurezza con particolari iniziative nel settore della formazione e dell’addestramento continuo del proprio personale”.


Siti esterni richiamati: CEii, Inail, Azienda Sanitaria provincialeDalbon Costruzioni di Tione di TrentoMec di ScurelleEssepi di CavedineEurocoperture di Pergine ValsuganaL’Infisso di Dro e Mambelli di Rovereto.

 

Parole chiave: , , , , , ,